INDICATORE ANNUALE DI TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI

Dati pubblicati ai sensi del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 settembre 2014.

Come è calcolato l'indicatore: è la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura (o richiesta equivalente di pagamento) e la data di pagamento ai fornitori, moltiplicata per l'importo dovuto e rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento (vedi articolo 9 del DPCM 22 settembre 2014).

Anno Indicatore  
2019 - 1,72  
2018 1,33  
2017 - 4,4  
2016 - 4,08  
2015 1,8  
2014 -1 meno 1, cioè 1 giorno in anticipo sulla scadenza fattura

AMMONTARE COMPLESSIVO DEI DEBITI E NUMERO IMPRESE CREDITRICI

L'ammontare dei pagamenti 2018 relativi alle transazioni commerciali effettuati dopo la scadenza dei termini previsti dal D. Lgs 9/10/2002 n. 231 è pari ad € 1.032.486,78 con riferimento a n. 86 imprese creditrici.

Ai sensi dell'art. 41, comma 1, del D. L. 24/04/14 n. 66, si dà atto che le misure organizzative previste per consentire la tempestiva effettuzione dei pagamenti sono l'aver provveduto ad informatizzare gli atti di liquidazione a partire dal 1 gennaio 2019.

Ai sensi dell'art. 33 del D. lgs 33 del 14/03/13, l'importo delle fatture non pagate al 31/12/18 è pari ad € 94.787,04 con riferimento a n. 33 imprese creditrici

 

L'ammontare complessivo delle somme che non risultano ancora pagate alla data del 30 luglio 2017, in relazione alle fatture ricevute entro il 30/07/2017, è di 178.594,93 euro, con riferimento a n. 36 imprese creditrici.