Cambio di residenza in tempo reale

L'art. 5 del decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5 convertito in legge il 4 aprile 2012, n. 35, introduce nuove disposizioni in materia anagrafica, riguardanti le modalità con le quali effettuare le dichiarazioni anagrafiche di cui all'art. 13, comma 1, lett. a), b) e c) del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223 (iscrizione anagrafica con provenienza da altro Comune e dall'estero, cambio di abitazione all'interno del Comune, emigrazione all'estero), nonché il procedimento di registrazione e di controllo successivo delle dichiarazioni rese. Peraltro, va da subito precisato che le disposizioni del decreto legge acquistano efficacia dal 9 maggio 2012 (art. 5, c. 6).

VEDI INFORMATIVA

Dichiarazione di residenza (con provenienza da altro Comune, dall'estero, dall'AIRE di altro Comune; cambio di abitazione nell'ambito dello stesso Comune)

Allegato A

Allegato B

Dichiarazione di trasferimento all'estero

Integrazioni obbligatorie apportate dal D.L. n. 47 del 28/03/2014 - all’art 5 in materia di occupazione abusiva.

“Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge .”
In applicazione di tali disposizioni, ai fini della ricevibilità delle dichiarazioni di residenza si forniscono di seguito le indicazioni in merito alla modulistica da allegare alla dichiarazione stessa.
IN MANCANZA DI TALE DOCUMENTAZIONE LA RICHIESTA DI RESIDENZA NON PUÒ ESSERE RICEVUTA.

ISTRUZIONI

MOD. N. 1

MOD. N. 2

MOD. N. 3

 

CONVIVENZE DI FATTO:

La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale.


VEDI INFORMATIVA

MODULO A

MODULO B